La Cassata Siciliana: storia, arte, sapori.

la Cassata siciliana

La Cassata siciliana, un compendio della nostra cultura

La Cassata siciliana è un piccolo ed esaustivo trattato sulla cultura e sulla storia della nostra terra. La sua evoluzione, così come quella della nostra isola, ha accolto nei secoli interventi di civiltà e culture differenti.

Dall’arabo “Quas’at” termine che indicava la bacinella in cui veniva preparata, la Cassata siciliana deve i suoi natali proprio agli arabi e ai nuovi ingredienti che essi introdussero in Sicilia, gli agrumi e la canna da zucchero.

La cassata  siciliana più antica è quella al forno, fatta di semplice pasta frolla e crema di ricotta, ma già nel periodo normanno, l’intervento delle monache del Convento della Martorana, le donò un nuovo e più nobile abito di pasta reale, fatto di farina di mandorle e zucchero.

Cassata siciliana

Alla successiva dominazione spagnola si deve l’introduzione nella ricetta della Cassata siciliana delle gocce di cioccolato nella crema di ricotta.

All’ottocentesco stile Barocco, grandemente diffuso in Sicilia, è invece riconducibile la lussureggiante decorazione di frutta candita, che la contraddistingue.

La Cassata siciliana deve il suo successo alla perfetta armonia tra gusto ed estetica. Un dolce tradizionale bello da vedersi e buono da gustare, che denota cura per i dettagli e al contempo attenzione alla genuinità del prodotto.

Noi la produciamo artigianalmente da sempre, come un mosaico di storia, arte e sapori che racchiude in sè il gusto più autentico della cultura siciliana.

Leave a comment

diciannove + due =

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento, anche di “terze parti”.
Per conoscere il funzionamento dei Cookie, per bloccarne in tutto o in parte l’utilizzo e per conoscere tutte le informazioni relative al trattamento dei dati personali è possibile visualizzare la pagina della cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.